RSS

Di ritorno dal “Giappone”… parliamone!

12 Mag

japan2Andare a Milano e fare un viaggio in Giappone. Impossibile? No di certo, se ci sono le giuste bottiglie di whisky ad aspettarti e un relatore d’eccezione: Salvatore Mannino. Un gruppo collaudato, quello che ieri si è dato appuntamento al celeberrimo BarMetro di Giorgio D’Ambrosio, ma spenderemo due parole per i presenti più avanti. Un viaggio in Giappone, dicevamo. Sì, perché quella di ieri non è stata una degustazione normale, ma un vero percorso nella storia. E così, incantati dal superlativo Mannino (in vacanza, ma rapito alla famiglia) abbiamo fatto un percorso a ritroso, andando a scovare le origini del whisky giapponese (che affondando nel 1923) e la distilleria Yamazaki. Abbiamo poi conosciuto l’intraprendente Masetsaka Taketsuru che, curioso e testardo, ha introdotto lo stile scozzese dall’altra parte del mondo, iniziando un lungo percorso di perfezionamento e personalizzazione. Poi siamo arrivati alla Yoichi e via via, fino a scoprire che oggi, nel mondo, il whisky giapponese non solo vende tantissimo, ma è anche molto gradito (in Francia forse più di quello scozzese).

japan4Una lunga storia, con i bicchieri davanti a noi, ad attendere, ma è stata un’attesa piacevolissima, che ha reso più intenso l’atto del bere. Oggi non parleremo nello specifico di quanto si è bevuto, con la promessa che lo faremo in un secondo tempo, andando a fare un resoconto e sulla singola bottiglia e sulla storia della distilleria, così abbiamo la possibilità e si approfondire e di incuriosirvi. Però ecco di nuovo l’elenco di quanto messo a disposizione:

  • Yoichi 1988 20yo, OB, 55%
  • Karuizawa 1984 28yo Cocktail Series, Maison du Whisky, 59,3%
  • Chichibu 2009-2012 The Peated, OB, 50,5%
  • Hanyu 1986 22yo, Part des Anges, 58,4%
  • Yamazaki 1995-2010 Owner’s Cask, Maison du Whisky, 54,9%

japan35 bottiglie speciali, e per storia, e per rarità, in alcuni casi, visto che almeno 3 di queste non sono più disponibili sul mercato (magari si trovano a prezzi decisamente altri tra i privati). Ma queste erano quelle previste per la degustazione, però… già, in questi casi c’è sempre un però. La prima sorpresa arriva sempre da Salvatore, che ha portato qualcosa in più: un Nikka From The Barrel, un blend per iniziare, e per dimostrare a tutti come e quanto ci sanno fare lì dall’altra parte del mondo. Inizio ottimo, ma non avevamo dubbi. A metà degutazione, l’altra graditissima sorpresa. Infatti, Pino Perrone (Spirit of Scotland) ha portato con sé un’altra preziosissima bottiglia di Chichibu, un tre anni incredibile, selezionato qualche anno fa sempre dalla Maison du Whisky. 7 bottigli3, quindi, che le circa 30 persone presenti hanno degustato con vero e genuino piacere. Inutile sottolineare che il pomeriggio, prima dei preparativi, era iniziato con un altro ottimo imbttiglimento: un Clynelish 15 anni Tartan edition gentilmente messo a disposizione da Claudio Riva, che lo ha imbottigliato. Bottiglia superlativa, credetemi. Sì, vero, poi alla fine è arrivato anche Fabio Ermoli con ua bottiglia di Thamdu 10 yo, e siamo a 9. Per un pomeriggio così, mi pare il minimo, no?

japan1Whisky, di qualità, ma non mi stancherò mai di ripeterlo: Salvatore ha rappresentato la vera emozione di essere lì, la passione. Le persone, ho detto. E quindi è giusto chiudere con chi era presente. Di alcuni abbiamo detto, ma ringraziamo ancora Giorgio D’Ambrosio, sia per la gentilezza che per l’ospitalità (e la visita alla sua collezione ci ha lasciati a bocca aperta). I sempre attivi Davide Terziotti e Claudio Riva che sono spesso la mente di tutto questo, aiutati dalla Betty (Elisabetta Scrimenti) e dall’immancabile presenza di Max Righi. E gli amici di tante bevute, con le quali ci intratteniamo tanto tempo sul forum: Marco, Gianluca, Paolo, Federico, Jacopo (che ha contagiato tutti con i campionici a portar via), Fabrizio (al quale rubo queste foto, spero non se ne abbia a male) e tanti altri (in ogni caso dimentico sempre qualcuno, scusate: se eravate presenti lasciate un commento qui sotto, su!).

Un sabato pomeriggio da ricordare, insomma, come ce ne sono pochi. Tornare a casa, dopo, è sempre complicato (e non per la quantità di whisky bevuto, eh!). Personalmente ringrazio tutti per la bella giornata, e in modo particolare Claudio per la disponibilità e per la bella passeggiata di domenica mattina, domenica iniziata con un ottio Ardbeg e un Glendronach. Insomma, sempre whisky. Slainte.

Annunci
 
9 commenti

Pubblicato da su 12 maggio 2013 in Eventi

 

Tag: , , , , , , , ,

9 risposte a “Di ritorno dal “Giappone”… parliamone!

  1. pino perrone

    14 maggio 2013 at 7:48 pm

    Ti sei scordato il veramente ottimo Dailuaine di Giorgio d’ambrosio e MWF.
    E siamo a 10
    pino perrone

     
    • andreafrancomalt

      14 maggio 2013 at 7:51 pm

      Me ne sono dimenticato perché non l’ho bevuto 😦 dovrò rimediare!

       
  2. davide

    15 maggio 2013 at 1:31 pm

    Pino, sei stato cattivo qua, ora Andrea “sta a rosica’”. Grazie a voi romani per la visita che speriamo di contraccambiare presto. Pino so che preparerà qualcosa di imperdibile prima o poi..

     
    • pino perrone

      15 maggio 2013 at 6:15 pm

      Chiedo scusa ma ero convinto che l’avesse assaggiato (e invece eravamo io e te). Del resto dopo quella bella recensione che gli ha dedicato pensavo lo facesse. Nessuna cattiveria pertanto (invece ho notato che sul vs. forum c’è un pò d’elettricità). Certamente quanto prima organizzeremo qualcosa d’imperdibile e conto sul vs. aiuto e partecipazione, sebbene ricordo a chi volesse venire a Roma che sono un “commerciante”.

       
      • andreafrancomalt

        15 maggio 2013 at 10:05 pm

        Pino sei perdonato. Conto di prenderne una bottiglia per degustarlo con calma!

        Davide, lo sai che è sempre un piacere stare insieme! 🙂

         
  3. nicola

    16 maggio 2013 at 1:46 am

    Ciao! Vorrei solo dire un grazie enorme per le informazioni che avete condiviso in questo blog! Di sicur diverr un vostro fa accanito!

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: