RSS

Archivi tag: Kilchoman

Whisky Live Paris 2012 – Parliamone un po’…

Lo avevamo promesso: al ritorno da Parigi avremmo buttato giù qualche riga per parlare della nostra esperienza. Ed eccoci al punto. Un evento fuori dall’ordinario, in uno scenario davvero niente male (Maison de Mutualité) e un’organizzazione che sa il fatto suo (La Maison du Whisky). Questo in sintesi il resoconto di una giornata che ci ha regalato incontri, sensazioni e ottimi whisky.

La manifestazione che ha aperto i battenti l’8 settembre ci ha visti arrivare solamente il 10, nella giornata dedicata agli addetti ai lavori e alla stampa (e già questo è un traguardo che sventoliamo con soddisfazione). Incredibile l’impatto visivo. Già da fuori la Maison de Mutualité si presenta con maestosa eleganza, ma è dentro che c’è il meglio. Due immensi saloni a disposizione degli espositori, uno interamente dedicato agli whisky (su al primo piano), uno ai cugini distillati e ai cocktail, per la gioia di tutti, insomma. Read the rest of this entry »

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 12 settembre 2012 in Eventi, Parlando di Whisky...

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Settembre: Kilchoman vs Ardbeg

Anche qui da noi settembre si è portato dietro le prime giornate fresche, giornate in cui degustare dell’ottimo whisky è decisamente più facile e piacevole. Ma settembre è anche mese di lancio di alcuni prodotti che intendono senz’altro far parlare di sé. Di uno abbiamo già detto qualche giorno fa, per esempio. Parliamo di Ardbeg Galileo (imbottigliamento già dato per esaurito sul sito ufficiale, quindi caccia aperta in tutti i negozi!) e del nuovo prodotto della distilleria Kilchoman, la 100% Islay Second Edition!

Una competizione nata recentemente, quella tra le due distillerie, visto che la seconda è sul mercato da una manciata di anni mentre per Ardbeg parliamo di storia del whisky. Ma l’esito di questa contesa non è per nulla scontato, a quanto pare. Noi proveremo a dire la nostra tra qualche giorno, se riusciamo a recuperare qualche dram per fare una valutazione. Ce la metteremo tutta, garantito. Sicuramente, là fuori, molti di voi hanno già le idee chiare. Chi per questioni di cuore, chi per altri motivi. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 settembre 2012 in Parlando di Whisky...

 

Tag: ,

Kilchoman Spring 2011 Release

Lo avevamo anticipato qualche giorno fa parlando di un whisky irlandese e oggi manteniamo la promessa, lasciando qualche impressione sul Kilchoman Spring 2011. Sulla distilleria negli ultimi mesi si è detto molto. L’ultima nata tra le coste di Islay oggi, dopo la cessione di Bruichladdich, rimane anche l’unica indipendente. Un grosso pregio che si affianca a numerose difficoltà. Difficoltà che a quanto pare non spaventano e alle quali si sta rispondendo con ottimi distillati, che già dopo pochi anni, e senza invecchiamenti importanti, fanno parlare molto bene. Questa edizione Spring 2011 non fa eccezione. Composta per il 70% da distillato invecchiato 3 anni (in botti ex borboun) e per il 30% da un 4 anni con un passaggio in ex sherry per le ultime settimane. Tecnicamente, quindi, parliamo di un 3yo, un whisky giovanissimo. Ma assai maturo. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 agosto 2012 in Recensione

 

Tag: ,

Kilchoman Sherry Release

Nella lunga storia del Whisky è successo un po’ di tutto. Non sono poche, per esempio, le distillerie, anche gloriose, che hanno chiuso i battenti. Rimanendo alla sola Islay (per non discostarci dall’argomento del giorno) impossibile non menzionare Port Ellen (chiusa dal 1983) o ancora la distilleria Lochindaal (mi pare chiusa addirittura dal 1929). Ma se è vero che troppo spesso ci perdiamo dietro a ricordare le distillerie che non ci sono più (o i cui prodotto sono rari e costosi), è altresì vero che parliamo troppo poco di quanti, nonostante il periodo non bellissimo, avviano una nuova attività (e anche in Italia avremo presto – a partire da giugno 2012 – il primo produttore di Whisky, grazie alla distilleria Puni della famiglia Ebensperger). Proprio per questo oggi diamo spazio a questo nuovo prodotto della distilleria Kilchoman, anche se già da tempo il pregio del loro distillato non è più una sorpresa. Però nel mondo del Whisky, che annovera marchi davvero storici, un produttore che è sul mercato da una manciata di anni (prima produzione in vendita nel 2006) fa sempre notizia, soprattutto se se ne parla sempre e comunque bene.

Oggi, quindi, dedichiamo questo piccolo spazio al Kilchoman Sherry Release (46%), un 5 anni che si discosta dal resto della produzione di questa piccolo distilleria proprio per l’invecchiamento in botti di sherry. Una novità decisamente interessante, che amplia in modo intelligente la gamma di prodotti della distilleria. Ancora una volta la giovane Kilchoman sorprende tutti e si ritaglia uno spazio tra gli scaffali di molti amanti del Whisky. Abbandonata per l’occasione l’etichetta standard color blu e vestita la bottiglia con un elegante nero, forse per dare maggiore risalto al colore più intenso di una maturazione in sherry. Anche il prezzo è interessante. Sul sito ufficiale la bottiglia (70cl) è in vendita a poco più di 50 sterline. Ancora non abbiamo avuto modo di degustare questo nuovo Kilchoman (ma non tarderemo, sia chiaro), ma ci sentiamo di garantirlo a tutti. Kilchoman ci sta abituando alla qualità e noi vogliamo fidarci. Slainte.

 
1 Commento

Pubblicato da su 20 aprile 2012 in Notizia

 

Tag: ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: