RSS

Archivi tag: No Age

Due novità dagli USA

Ogni mese sono innumerevoli gli whisky che escono sul mercato e gli articoli del nostro amico Davide ne sono un esempio. È da un po’ che anche noi di Passione Whisky vogliamo stare dietro alle uscite più importanti, ma per il momento ci accontentiamo di segnalare qualche uscita particolare. Particolare come quanto andiamo a presentare oggi, direttamente dagli USA e rigorosamente in edizione limitata!

Jack Daniel’s White Rabbit – Una edizione particolare del famosissimo old n.7, con una etichettatura che vuole ricordare il 120° anniversario del locale White Rabbit, inaugurato proprio da Jack Daniel. Un’edizione limitata,ma alla portata di tutti, visto che in giro è possibile acquistarla a meno di e 40. Vi suggeriamo di fare un salto sul sito de La Maison du Whisky! Read the rest of this entry »

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29 settembre 2012 in Notizia

 

Tag: , ,

Säntis Malt, Edition Sigel (40%)

Una bella vacanza è anche l’occasione per fare nuove conoscenza. Così, quando questo agosto siamo partiti per la Svizzera, l’obiettivo era quello di visitare una distilleria del posto. Obiettivo mancato. Agosto non è il periodo adatto e delle tante aziende contattate alcune non ci hanno risposto, altre ci hanno fatto sapere che loro il whisky non lo producono, ma lo fanno distillare altrove con orzo di propria produzione, altre ci hanno comunicato la chiusura estiva. Niente da fare, quindi. Ma siamo lo stesso tornati a casa con un Single Malt elvetico, una bottiglia (molto elegante) di Säntis Malt, Edition Sigel. Da notare che un’altra edizione di questo malto ha vinto anche un prestigioso premio, nel 2010. Infatti Jim Murray, in “Whisky Bible 2010” ha eletto l’Edition Trinity (Draifaltigkeit) il miglior whisky europeo. Detto questo, visto che per dove siamo passati non abbiamo trovato l’Edition Trinity (le tre edizioni prendono il nome da tre monti attigui, nella stessa vallata), abbiamo preso la Sigel (e la Säntis, da bere più avanti con la giusta compagnia). E qui ne parliamo.

Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 2 settembre 2012 in Recensione

 

Tag: , ,

Galileo: in arrivo il nuovo Ardbeg

Nel palato ancora la sensazione non proprio esaltante dell’Alligator, strombazzato con clamore, ma che alla fine non ha lasciato il segno negli appassionati (anche e soprattutto nei fanatici a oltranza di Ardbeg). Adesso che mancano pochi giorni all’uscita di Galileo (prevista per il primo settembre) sono tutti un po’ ansiosi di sapere. Sapere se si continua sulla scia dell’Alligator (scia che a quanto pare non accontenta più da molto tempo) oppure se la famosa distilleria saprà rialzare la testa, dimenticare il nome e puntare su ottimo whisky. Di certo il lancio è stato in grande stile, come sempre, visto che è da mesi che se ne parla. Ma i palati di tutti gli appassionati della pubblicità se ne fanno poco o niente. Voglio no dell’ottimo whisky, ottimo come quello che Ardbeg sapeva fare. E sperano di gustare un eccezionale Galileo. Vi invitiamo, tra l’altro anche alla pagina FB, se vi interessa.

E di seguito, per chiudere, le note di degustazione ufficiali. Slainte!  Read the rest of this entry »

 
3 commenti

Pubblicato da su 27 agosto 2012 in Notizia

 

Tag: ,

Knappogue Castle 1995

Andare sempre alla scoperta di qualcosa di nuovo. Un impegno e una missione. E così ieri sera, dopo aver iniziato la serata con un Kilchoman 2011 Spring Release, prima di sloggiare dal tavolino del pub, ci siamo tuffati a capofitto verso qualcosa di diverso, giusto per ampliare le conoscenze. E così siamo volati (si fa per dire) in Irlanda, e abbiamo provato qualcosa di decisamente particolare e insolito: un Knappogue Castle 1995.

Naso: si presenta fragrante, molto delicato, e la prima cosa che ci viene in mente è la pera. Ma non il frutto, più l’odore del succo di frutta, lo stesso che si abbina più facilmente al gin. Forse un pizzico di vaniglia, ma affogato, molto distante.

Palato: quello che il naso suggerisce viene mantenuto dal palato e forse sarà l’esser passati da un torbato a un whisky così dolce, ma l’impressione è proprio quella di non bere un distillato. Leggero, quasi un aperitivo, e insieme alla pera ora si affaccia anche il melone. Sempre di frutta parliamo. In bocca scivola via dolciastro, fin troppo delicato, quasi come se non ci fosse alcol. Non è male, ma è decisamente particolare. Magari da bere leggermente più fresco, non per un dopocena ma per un aperitivo. Read the rest of this entry »

 
1 Commento

Pubblicato da su 11 agosto 2012 in Recensione

 

Tag: , ,

Nikka Pure Malt Black

Naturalmente dobbiamo recuperare un po’ di tempo perso, e così oggi parliamo di questo giapponesino, anche se a dire il vero è nella dispensa da quasi quattro mesi, e lo stiamo centellinando con cura, perché merita davvero. Una bottiglia elegante (scusate, ma ci piace notare anche questo, oltre che alla bontà del whisky) per un formato particolare, un 50cl (non atipico, ma nemmeno così frequente). Appena tolto il tappo arriva subito il sentore di fumo, leggero e non invadente. Si percepisce un distillato speziato e con un certo carattere (dopotutto è realizzato con whisky delle distillerie Yoichi miscelato con Scotch Malt, quindi una certa garanzia c’è, eccome!). La vera sorpresa è al palato, perché questo Nikka Black mantiene con decisione tutte le promesse olfattive e la fama che si porta dietro. Brusco, esplosivo, quasi, con sentore di cacao che emerge un poco alla volta per rimanere sospeso nel finale. Sentori vari di frutta e un piacevolissimo gusto piccante, che soddisfa il palato anche quando ci abbiamo ormai fatto la bocca.

Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14 aprile 2012 in Recensione

 

Tag: ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: